Ping Alto? Ecco alcuni consigli per migliorare la situazione

Come tutti i gamer sanno, il ping è un elemento fondamentale durante il gioco; è quindi necessario abbassare o rendere nullo l’impatto che esso ha sulla nostra esperienza di navigazione/gioco.

 

Per risolvere il problema, bisogna intervenire sui dispositivi che gestiscono il network, ovvero il router, gli switch managed (gestiti), gli access point (AP), ecc. In questa guida, vi spiegheremo come fare.

Misurazione del ping

Innanzitutto, è necessario misurare il ping derivante dal proprio ISP. Su questo valore, infatti, non è possibile fare molto. La distanza dalla centrale incide di molto sul ping e sulla velocità di navigazione, così come il cablaggio di questo tratto. In connessioni FTTC (Fiber-To-The-Cabinet), ad esempio, nel cosiddetto “ultimo miglio”, dall’armadio alla centrale, il cablaggio è solitamente in rame e non in fibra ottica. anche se in alcuni e rarissimi casi (Come ad esempio il mio in foto) la fibra viene distribuita con tecnologia FTTH (Fiber-To-The-Home).

Per misurare il ping, bisogna collegarsi con il PC direttamente al modem router usando il cavo LAN, staccando tutti gli altri dispositivi “in cascata”. In questo modo non ci saranno interferenze. A questo punto, bisogna fare uno speedtest per testare la propria connessione internet. Tra i risultati, ci sarà anche il ping. Annotiamo questo valore e procediamo.

Adesso, si può ricollegare tutti i dispositivi alla rete. Spostiamoci nel luogo in cui solitamente si hanno problemi di latenza eccessiva e colleghiamoci da lì. Ora bisognerà ripetere il test di velocità. Scriviamoci anche questo valore di ping e procediamo.

_________________________________________

Rimedi per il ping alto

Se il ping ha lo stesso valore in entrambi i test, non ha senso procedere oltre. Le ottimizzazioni da farsi non dovrebbero dipendere dal proprio network. Questo, a meno che non ci sia un problema sui DNS, non si usi un router difettoso o non si abbia una linea ADSL/Fibra satura. Insomma, se si notano cambiamenti improvvisi sul proprio network e il ping misurato è lo stesso in entrambi i test, sarebbe meglio contattare il proprio Service Provider.

Bisognerà quindi investigare sugli apparecchi di rete utilizzati. Ad esempio, si dovrebbero controllare i dispositivi che generano il Wi-Fi, se ovviamente si è connessi tramite rete wireless. Se invece si è connessi alla rete LAN, bisognerà controllare le configurazioni degli switch managed, le regole NAT di eventuali firewall, il QoS ed eventuali Powerline.

Investigando su questi fattori, si dovrebbe trovare il “colpevole” che provoca l’innalzamento del ping, ma non è detto. A volte, infatti, sono i dispositivi client a non essere configurati correttamente. Ad esempio, hanno impostati dei DNS sbagliati o hanno degli antivirus con un firewall troppo restrittivo. Per fare queste verifiche, infatti, sarebbe meglio spegnere temporaneamente i software che regolano la connessione, come ad esempio gli antivirus e le VPN. Inoltre, sarebbe meglio impostare i DNS di OpenDNS, Google o Cloudflare.

Così facendo si potranno individuare le cause che influiscono sulle performance del proprio network e che generano una latenza alta. Basterà intervenire su tali fattori per notare sin da subito un miglioramento nella connessione internet.

Vinkmag ad

Francesco Nuzzo

Sono Salentino. Amante della tecnologia e della musica fin dall’età di 7 anni, all’età di 10 anni mi avvicino al mondo del gaming e modding, ora diventata una vera e propria passione. Nel tempo libero gioco a calcio e suono il pianoforte.

Read Previous

Intel Core i7-8565U Whisky Lake-U: quad-core da 4,5 GHz, TDP 15W

Read Next

AMD Radeon: nessuna nuova GPU prima del secondo trimestre 2019