NVIDIA RTX 2060 non prima di sei mesi, ancora troppe 1060 in stock

Qualche mese fà avevamo dato la notizia che Nvidia fosse pronta a lanciare le nuove schede video RTX di fascia media già alla fine di ottobre inizi di Novembre ma prontamente è arrivata la notizia di Nvidia direttamente dal CEO.

Il CEO di NVIDIA Jen-Hsun Huang ha approfittato della presentazione della conferenza dei risultati finanziari dell’ultimo trimestre per comunicare agli investitori alcuni dei dati sulle scorte di GPU Pascal che sono ancora presenti nei magazzini, il che giustificherebbe il ritardo nella disponibilità delle nuova GPU Touring di gamma media.

È una situazione figlia di quello che è successo un anno fa o giù di lì, quando il boom del mining e la crescente domanda di GPU hanno portato NVIDIA a esaurire le scorte e, successivamente, ad aumentare i volumi di produzione per soddisfare le vendite. 

Ora, con le esigenze della GPU Pascal praticamente inesistente, la compagnia si trova a dover gestire un eccesso di schede prodotte e mai vendute.

Anche, secondo le dichiarazioni della stessa NVIDIA, sembra che ci siano così tante GTX 1060 invendute in grado di far fronte alle richieste di due trimestri. 

A questo punto è ovviamente nell’interesse della società cercare di smaltire il titolo prima di immettere sul mercato nuove quantità di GPU con caratteristiche sovrapponibili a quelle già presenti sul mercato. 

Basata sul processo a 12 nm e basata sul processore grafico TU116, la scheda supporta DirectX 12.0. È dotato di 1536 shading units , 128 texture mapping units e 32 ROPs. 

Saranno inclusi anche 192 tensor cores che aiutano a migliorare la velocità delle applicazioni di apprendimento automatico. 

La scheda avrà 24 core di accelerazione del raytracing. NVIDIA ha inserito nella scheda 8,192 MB di memoria GDDR6, collegati mediante un’interfaccia di memoria a 128 bit. 

La GPU funziona a una frequenza di 1410 MHz, che può essere potenziata fino a 1560 MHz e la memoria funzionerà a 1750 MHz.

Essendo una scheda a doppio slot, la NVIDIA GeForce RTX 2060 attinge energia da connettori di alimentazione 1x a 6 pin, con potenza assorbita nominale di 120 W massimo. 

Le uscite del display includono: 1x HDMI, DisplayPort 3x, 1x USB Type-C. GeForce RTX 2060 è collegato al resto del sistema tramite un’interfaccia PCI-Express 3.0 x16. 

La scheda misura 241 mm di lunghezza e presenta una soluzione di raffreddamento a doppio slot.

Non è ancora chiaro se le nuove schede video di fascia bassa abbiano il supporto al ray-tracing, le notizie in nostro possesso ci suggeriscono che nella proposta della fascia più bassa, si presuppone un’allocazione di memoria pari a 5 GB di GDDR6 (RTX 2050) sul bus di memoria 192 bit.

Team Di redazione

Team di redazione

Read Previous

ASUS GS50 la prima workstation gaming

Read Next

Pacific R1 Plus: Trasforma le tue RAM in RGB