Intel Xe la nuova architettura grafica, alla GDC 2020. Ecco cosa sappiamo adesso

Intel terrà un evento alla Game Developers Conference che avrà luogo a San Francisco dal 16 al 20 marzo

La prossima architettura grafica che vedremo sul mercato sarà quella proposta da Intel conosciuta fino ad ora con il nome Xe, durante l’ultimo CES l’azienda ha dato un piccolo assaggio di ciò che ha in servo per il 2020 solo ad alcuni eletti. Intel offrirà i primi dettagli tecnici sulle nuove GPU discrete Xe alla prossima GDC 2020, evento che ricordiamo si terrà a San Francisco dal 16 al 20 marzo. La tecnologia alla base di questa GPU e le sue potenziali prestazioni rimangono avvolte nel mistero, ma col passare del tempo i dettagli stanno venendo alla luce. Se si rivelerà una valida alternativa a Nvidia e AMD, questo sarà uno degli eventi più importanti nel settore delle schede grafiche in questo secolo.

La grafica Xe sarà basata su tecnologie analogamente evolute come la grafica Intel esistente di 11a generazione nelle sue CPU Ice Lake di 10a generazione. Dal momento che sono in grado già adesso di mantenere prestazioni di 30-60 FPS a 720p e 1080p nei giochi Esports, c’è un serio potenziale per prestazioni molto più impressionanti – se è possibile mantenere la velocità di clock . Ci aspetteremmo che le nuove GPU Intel siano relativamente competitive con le GPU entry-level di AMD e Nvidia. Le versioni di fascia alta possono persino offrire prestazioni decenti nella gamma media. Saremo sorpresi di vedere qualcosa che si avvicina alle prestazioni di alto livello come un 2080 Ti, però.

Ed è proprio durante la GDC fiera del settore dedicata agli sviluppatori, che verranno svelati ulteriori dettagli, grazie al Tweet di Antoine Cohade che conferma che terrà proprio una conferenza intitolata “A Primer on Intel Graphics Xe Architecture“.

Nella descrizione del post viene poi aggiunta questa frase:

“La nuovissima architettura Xe di Intel anticipata da tempo, ed è prevista l’uscita entro fine anno,

questo aggiornamento porta un aumento rilevante delle prestazioni, della geometria e del throughput rispetto alle soluzioni Gen9 e Gen11

ampiamente utilizzate”.

Infine Cohade, sempre su Twitter, ha specificato che durante il keynote spiegherà come Xe differisce dalle precedenti architetture e in che modo questi miglioramenti influenzeranno nell’ottimizzazione, che sarà differente per le rispettive versioni Desktop e Mobile, e su come supporterà il ray tracing.

AMD risponde ad Intel con il nuovo EPYC 2: 64 core PCI-E 4.0 e DDR4 a 8 canali

GIGABYTE rivela la nuova scheda madre Pico-ITX

RX 5700 e 5700 XT: le prime schede video di AMD con la nuova architettura

ASUS ROG annuncia la nuova Maximus XI Apex

Alcune CPU Intel di nona generazione utilizzano ancora la pasta termica

Deepcool Gammaxx L240 v2, versione migliorata del dissipatore a liquido proposto da Deepcool

Arriva YAM: una nuova vulnerabilità simile a Meltdown che colpisce Intel

Point_Tech

Cresciuto a suon di pane e PC, alla vista del primo computer è stato subito amore. L'informatica è una parte di me e questa passione non la cambierei per nulla al mondo!

Read Previous

Arriva Super X-Fi Gen2, tecnologia audio unica appositamente progettata per i giochi FPS

Read Next

RTX 3080 e RTX 3070 prossima generazione di NVIDIA: 7 nm, memoria video da 20 GB