La nuova GPU intel avrà il nome in codice di Arctic Sound e sarà rilasciate nel  2020.

Qualche mese fà vi avevamo annunciato dell’uscita della nuova scheda video di casa Intel.

Intel dovrebbe ospitare una conferenza per le sue nuove tecnologie di architettura GPU a dicembre con il suo architetto capo Raja Koduri e diversi dirigenti di alto livello per fornire aggiornamenti sulle ultime tecnologie dell’azienda e sulle prospettive della business unit.

Intel prevede di rilasciare una GPU denominata in codice Arctic Sound nel 2020 e questo sarà il terzo tentativo dell’azienda di attraversare il mercato.

Oltre al mercato dei giochi, Intel prevede che il business possa espandersi nei settori dell’intelligenza artificiale (AI) e dell’apprendimento automatico, sfruttando i vantaggi delle CPU esistenti.

Intel ha rilasciato la sua prima GPU, la i740 nel 1998, ma il chip è stato successivamente riprogettato per diventare GPU integrata nei chipset Intel a causa di prestazioni e richieste più deboli del previsto.

Nel 2009 Intel Developer Forum (IDF), svela l’architettura Larrabee per le GPU, ma il progetto è stato successivamente cancellato nel 2010.

Le prime notizie riguardanti tale progetto risalgono alla prima metà del 2007, e ai tempi venne annunciato come prodotto commerciale in un periodo compreso tra la fine del 2009 e l’inizio del 2010.

Successivamente, tale lancio venne posticipato quasi di un anno, per la fine del 2010, per poi invece venire completamente abbandonato (o comunque rimandato a tempo indeterminato) a causa di una serie di problematiche tecniche emerse in fase di sviluppo.

L’ultima proposta di Intel sembra promettente: Koduri, che ha guidato gli sforzi di AMD integrando HBM in GPU e il suo progetto LiquidVR di cui è il responsabile, ha recentemente istituito un centro di ricerca e sviluppo GPU in Canada ,e ha in programma di costruire un centro di ricerca e sviluppo della GPU in India.

Attualmente, le CPU Intel hanno ancora una quota di mercato superiore all’80% nel mercato dei PC e oltre il 95% nel settore dei datacenter, ma Nvidia finora domina ancora l’intelligenza artificiale e il campo di apprendimento profondo.

FONTE