GUIDA – Raddoppiare i monitor del tuo PC

Come avere una postazione multischermo senza spendere un centesimo? Ecco la soluzione.

Possiamo estendere la visuale dello schermo del nostro PC a tablet e notebbok in modo da realizzare una postazione multischermo, senza  dove acquistare a tutti i costi un monitor aggiuntivo. Questo può essere utile soprattutto agli streamer emergenti che hanno un budget limitato per provare a sfondare su questo mondo. Gli streame potrebbero voler visualizzare la chat di twith o semplicemente per avere sotto controllo la stato di salute del nostro pc come ad esempio, monitorare le  temperature, vedere la velocità delle nostro ventole, a quanti mhz sta girando il nostro processore ecc ecc.

In alternativa potete usare questa altra soluzione

Creare un pannello delle temperature sul vostro pc

Il programma che ci permette di fare tutto ciò si chiama Spacedesk, collegando tramite Wi-fi il tuo device, potremo fare un mirror del monitor del pc. Il nostro consiglio è quello di utilizzare un tablet anche se su smartphone funziona lo stesso ma risulterebbe troppo piccolo e quindi poco pratico. Il programma per adesso è in versione beta, ma già cosi è funzionante ma sopratutto stabile. Attenzione però alla sicurezza, la connessione tra i vari dispositivi che andrete a collegare non è crittografata, quindi meglio utilizzare una connessione di una rete domestica. Scaricate il software dal sito Spacedesk e iniziamo a creare la nostra postazione multischermo.

Installazione e creazione del server

Per prima cosa iniziamo con l’installazione del server sul nostro pc, che potete trovare a questo indirizzo Server Spacedesk , scegliete la versione del vostro sistema se 32 o 64 bit e successivamente installare spacedesk su ogni device che si trasformeranno in monitor extra. Se non sapete che versione di windows avete installato sul vostro pc basta andare in pannello di controllo, entrare in sistema e sicurezza e cliccare sulla voce sistema. Fatto ciò avrete una schermata che vi elencherà le statistiche principale del vostro pc ma soprattutto vi dirà nella voce tipo di sistema, il sistema operativo che avete installato nel vostro pc.

Sbloccare il firewall

Durante l’installazione ricordatevi di spuntare add an exception to the windows firewall fo spacedesk, cosi facendo diremo al nostro pc che questo programma non dovrà bloccare richieste da altri dispositivi.

Configurazione display Extra

Una volta installato il server su cui vogliamo effettuare il multiscreen, adesso bisogna installare l’app sul vostro dispositivo/devide secondario. Andate nell’app store ed installate l’app Spacedesk. Come detto in precedenza, l’app è in versione beta ma è comunque stabile ed affidabile. Una volta installata l’app sul nostro devide, basta avviare il programma nel nostro pc e successivamente avviare l’app sul secondo monitor.

Un notebook per il secondo display

Se al posto di uno smartphone o tablet volessimo usare un notebook, la via è ancora più semplice. Basta scaricare sul secondo monitor il client di spacedesk. Installate il client sul vostro portatile ed il gioco è fatto.

Migliorare la qualità dell’immagine

Nelle impostazioni dell’app posssiamo impostare anche la qualità del’immagine, gli FPS massimi che dipenderanno dal monitor secondario e altre piccole impostazioni.

Utilizzare un secondo schermo senza installare il programma

Infine possiamo connettere il secondo monitor anche senza l’installazione di nessun software. Per adesso soltanto Chrome ci permetterà di fare questa procedura perchè utilizza il viewer HTML . Apriamo Chrome e digitiamo http://bit.ly/spacedeskviewer, inseriamo l’indirro ip che visualizsiamo nel pc server quindi clicchiamo connect.

La potenza di Sound Blaster arriva su console con Sound Blaster G3

Asus Zenscreen Go, monitor portatile e leggero

Scegliere le RAM? Più difficile di quanto sembri! Ma ecco a voi una Guida

Intel Core i9-9900K overclock a 7.6 GHz con elio liquido

Vinkmag ad

Team Di redazione

Team di redazione

Read Previous

Pulsefire Raid, il nuovo mouse di HyperX

Read Next

RECENSIONE | Nzxt Kraken x63