GUIDA – Come scegliere il mouse giusto per il gaming

In questa guida andremo a vedere quali sono le caratteristiche da tenere in considerazione durante la scelta di un mouse per giocare

Durante la fase di progettazione di una postazione di un gamer, oltre al computer vero e proprio, bisogna tenere in considerazione di fare la scelta giusta anche con le periferiche, ovvero quei dispositivi che potremmo definire come “l’estensione” del computer;

Esse infatti permetto la comunicazione da e con l’utente, le più conosciute sono sicuramente il mouse e la tastiera ma ce ne sono moltissime altre, in questo articolo ci concentreremo principalmente sul mouse finalizzato al settore che ci interessa principalmente, ovvero il gaming.

Infatti allo stesso modo di quello che accade con le componenti hardware di un computer, esistono mouse o comunque periferiche in generale, progettate appositamente a seconda del tipo di utilizzo in cui verranno impiegate.

Per chi lavora principalmente col pc ad esempio, esistono in commercio periferiche ergonomiche realizzate per mantenere una posizione della mani il più naturale possibile, proprio per evitare l’insorgere di problemi di salute, ad esempio la tastiera Ergo K860 di Logitech da poco presentata, di cui potete leggere l’articolo qui.

Anche noi videogiocatori abbiamo i nostri prodotti per “riuscire a giocare in modo migliore”, sicuramente l’espressione appena utilizzata non va presa alla lettera, infatti se state pensando di acquistare un mouse da gaming e pensate di diventare più forti in partita non è così; però sicuramente la periferica ci viene in aiuto.

Nel corso di questa guida vedremo quali sono le caratteristiche da tenere maggiormente in considerazione durante la scelta del proprio mouse, in modo da potersi adattare alla perfezione a voi, proprio perchè a differenza della scelta ad esempio di una scheda video, la scelta del mouse è strettamente personale e non è detto che quello che è perfetto per me si adatti al vostro stile rendendo davvero difficile consigliare un modello rispetto ad un’altro.

FORMA E IMPUGNATURA

La forma del case del mouse stesso, è la scelta più importante da fare a cui bisogna prestare notevole attenzione anche di più rispetto alle altre componenti che vedremo più avanti.

Essa infatti determina il peso e l’impugnatura che avremo sul mouse, che si deve adattare perfettamente alla nostra mano;

In commercio troviamo diversi tipi di case, sia per destrorsi che per mancini ma anche per ambidestri.

Le varie impugnature possiamo suddividerle in 3 principali categorie:

 

PALM GRIP: E’ l’impugnatura più comune e comoda ed è caratterizzata dall’estensione completa della mano sul corpo del mouse.

Durante i vari movimenti emerge un notevole utilizzo dell’avambraccio andando a sforzare in maniera ridotta gli altri muscoli della mano

 

 

CLAW GRIP: A differenza della palm grip, questa impugnatura appoggia solamente il palmo della mano sul dorso del mouse, ed inarca le dita ad “atiglio” per premere i tasti.

La mano e’ sempre in tensione e da questo ne deriva notevole scomodità durante lunghe sessioni di gioco o di lavoro, ed è più probabile l’insorgenza della sindrome del tunnel carpale.

 

 

FINGERTIP GRIP: E’ la terza ed ultima tipologia di impugnatura, nonché la meno comune, il palmo della mano non poggia sul dorso del mouse ma bensì sul tappetino, il mouse è trattenuto dalle sole dita.

A livello di comodità si piazza esattamente a metà delle due precedenti conservando anche una notevole precisione nei movimenti.

TASTI

La seconda caratteristica da tenere in considerazione durante la scelta di un mouse da gaming, sono i tasti, o meglio la quantità di tasti a disposizione rispetto a quelli realmente necessari per il vostro uso.

Ogni mouse è composta da un tasto sinistro, uno destro ed una rotella di scorrimento, anch’essa cliccabile, nei mouse per videogiocatori si trovano ulteriori aggiunte di tasti; i più comodi e utilizzati sono quelli posti a lato disposti per l’utilizzo con il pollice.

In commercio esistono anche dei muse “modulari” in cui è possibile aggiungere o rimuovere tasti a seconda delle necessità oppure aggiungere o rimuovere dei pesetti per aumentare o diminuire il peso in base alle preferenze del giocatore.

Sotto al vero e proprio tasto, trovano posto dei micro-switch saldati direttamente sul PCB del mouse stesso, uno dei produttori più famosi di questi micro-switch è OMRON.

 

In caso di problemi di click involontari, nella maggior parte dei mouse non c’è nulla da fare, se non buttare il mouse stesso, proprio perchè difficilmente vi è la possibilità della sostituzione dello switch difettoso.

Esistono anche mouse specifici per i giocatori di MMO con una quantità indescrivibile di tasti programmabili e personalizzabili sui lati del mouse stesso.

TIPOLOGIA DI CONNESSIONE

Un mouse può essere di due tipi:

  • Cablato
  • Wireless

Entrambi hanno i loro pro e contro, per quanto riguarda la tipologia wireless, uno dei punti più a favore di questa tecnologia è ovviamente l’assenza di cavi per cui sicuramente in postazioni dal design minimal, fa un’ottima figura.

Purtroppo però questo tipo di connessione, anche se i progressi sono stati notevoli negli ultimi anni, non raggiunge le prestazioni di un modello classico con cavo.

SENSORE

Il sensore può essere visto come il cuore del mouse, attualmente in commercio sono disponibili due tipi di sensori:

  • Ottici
  • Laser

Negli ultimi anni i sensori laser hanno un po’ perso di mercato a favore di quelli ottici ma non sono scomparsi del tutto.

Il punto di forza dei sensori ottici è la precisione nei movimenti e l’affidabilità generale.

Uno dei produttori principali di questi sensori è l’azienda PIXART e uno dei migliori sensori che è possibile trovare montato su alcuni mouse è il PMW3360, ma ci sono anche altri derivati da questo, personalizzati dai vari brand leader nel settore.

 PMW3360

La seconda tipologia di sensore è il laser, anche se quest’ultimo ha subito un declino dovuto appunto alla diffusione della tecnologia ottica.

Uno dei motivi per cui i sensori laser non sono più in voga, è dovuto dalla minore affidabilità in gioco.

I sensori laser più famosi sono gli AVAGO, ma in passato soffrivano di qualche “bug” di rilevamento dei movimenti; negli ultimi modelli questo problema è stato risolto ma non del tutto, e un plauso va sicuramente a PHILIPS che con il suo sensore TWIN EYE cerca di riportare in voga questa tipologia di sensori che ovviamente vanno accoppiati coi giusti tappetini per avere il pieno delle performance.

Philips Twin Eye

TAPPETINO

Come detto per avere le massime performance, bisogna scegliere il giusto tappetino in base alla tipologia di sensore che avete.

Ad esempio per il sensore TWIN EYE visto in precedenza, un tappetino rigido, in alluminio è la scelta ideale.

Mentre i modelli laser classici AVAGO, un’ottima scelta potrebbe essere un modello semi-rigido.

Infine, per i modelli ottici tradizionali, va più che bene un classico tappetino morbido in tessuto.

CONCLUSIONE

In conclusione abbiamo visto le principali caratteristiche tecniche da tenere in considerazione per fare l’acquisto del mouse in maniera adeguata in base alle necessità di ogni giocatore.

Ovviamente ci sarebbero altri parametri secondari da tenere in considerazione come la sensibilità dei DPI necessari in base al tipo di risoluzione e abitudine con cui si gioca, però appunto come detto sono caratteristiche secondarie siccome la stragrande maggioranza dei mouse in commercio offrono livelli di DPI fin troppo elevati.

Cooler Master Devastator III PLUS, kit combo per iniziare a giocare su PC

Razer annuncia il Deathadder v2 e Basilisk v2

MM711 il nuovo mouse ultraleggero di Cooler Master

ROCCAT ridefinisce il senso di precisione, performance e velocità con la nuovissima linea KAIN AIMO.

Pulsefire Raid, il nuovo mouse di HyperX

XPG presenterà il primo mouse da gioco 4D al mondo all’IFA di Berlino 2019

Vinkmag ad

Point_Tech

Cresciuto a suon di pane e PC, alla vista del primo computer è stato subito amore. L'informatica è una parte di me e questa passione non la cambierei per nulla al mondo!

Read Previous

AOURUS FI27Q – il nuovo nato in casa Gigabyte

Read Next

GUIDA – Installare Android su Pc non è mai stato così facile!