F-Secure: laptop a rischio di attacco Cold Boot, ecco come difendersi

Computer di nuovo a rischio di attacco a causa di un difetto all’interno del firmware. 

A rivelare il pericolo è l’esperto di sicurezza informatica di F-Secure, che dichiara che gli hacker possono rubare chiavi di crittografia e dati personali in soli 5 minuti. 

I risultati dello studio sono stati presentati ieri alla conferenza SEC-T in Svezia, e saranno mostrati negli Stati Uniti il ​​prossimo 27 settembre.

Sembra, tuttavia, che il rischio sia “limitato” solo nei casi in cui il computer viene rubato o lasciato incustodito (attenzione alla pausa pranzo in ufficio!), Poiché l’attacco può essere completato con successo solo attraverso l’accesso fisico al dispositivo ( è vulnerabile, anche se è in modalità di sospensione). 

F-Secure fa un riferimento esplicito ai laptop, in quanto sono il tipo di prodotto che può essere più facilmente soggetto a furti e perdite, ma il difetto si riferisce ovviamente al PC desktop.

La metodologia utilizzata dagli aggressori sembra colpire la stragrande maggioranza dei dispositivi, compresi quelli realizzati da Lenovo, Dell e Apple. 

L’attacco Cold Boot sfrutta un difetto nei sistemi di crittografia per rubare i dati memorizzati sul disco rigido o l’SSD è crittografato. 

Di nuovo alla moda, quindi, gli attacchi Cold Boot? Sviluppato nel 2008, si basa su una tecnica che sfrutta la capacità di prendere possesso dei dati personali memorizzati su una macchina che viene ottenuta direttamente dalla memoria RAM dopo che il computer è stato spento in modo forzato. 

Così, infatti, sulla RAM rimangono “impressi” i dati per un certo periodo di tempo, consentendo all’hacker di estrarli con relativa facilità

Team Di redazione

Team di redazione

Read Previous

Intel Core i3-9350K in arrivo: quad-core per overclocking

Read Next

ASRock Z390 Phantom Gaming 9 : Trapelate le prime immagini