Corsair richiama alcuni alimentatori SFX

Nelle ultime ore Corsair ha emesso un richiamo per tutti gli alimentatori della serie SF certificati 80 Plus Platinum

I prodotti in questione apparterrebbero alla produzione avvenuta indicativamente tra i mesi di Ottobre 2019 e Marzo 2020. Questi alimentatori sono prodotti molto particolari proprio perchè il loro formato è molto compatto (SFX), rispetto ai classici alimentatori standard con formato ATX.

La serie SF è composta da unità che partono dai 450W fino ai 750W di potenza. Il che rende questi modelli ottimi candidati per coloro che vogliono realizzare una build molto compatta come le mini-ITX o le micro-ATX.

Corsair SF450

Il difetto in questione sembrerebbe essere nato direttamente in fabbrica e sfuggito agli addetti del controllo qualità nei lotti con numeri compresi tra il 194448xx e il 201148xx. Corsair ha subito voluto tranquillizzare i propri utenti rassicurandoli che il difetto riguarderebbe solo una sezione primaria dell’alimentatore e non andrebbe ad intaccare in nessun modo i componenti collegati ad esso. A detta del produttore, il problema dovrebbe manifestarsi alla prima accensione o dopo un lungo periodo di utilizzo. E sembrerebbe essere collegato ad un’elevata temperatura di funzionamento e eccessiva umidità.

In ogni caso, l’azienda ha aperto una campagna di sostituzione completamente gratuita che comprende anche le spese di spedizione a carico di Corsair, in cui invierà un nuovo prodotto agli utenti che si trovano in possesso di una di queste unità. Per cui vi invitiamo a controllare l’etichetta presente sul dispositivo stesso o nella scatola e nel caso in cui rientraste tra quelli indicati, di procedere ad effettuare il reso del prodotto.

 

MSI spiega come funziona il supporto di Zen3 nelle schede madri serie 400

Nuove schede madri Z490 e B550 in arrivo da Gigabyte

Corsair Vengeance Pro RGB: DDR4 con 10 led RGB e frequenze fino a 4 GHz.

Point_Tech

Cresciuto a suon di pane e PC, alla vista del primo computer è stato subito amore. L'informatica è una parte di me e questa passione non la cambierei per nulla al mondo!

Read Previous

MSI spiega come funziona il supporto di Zen3 nelle schede madri serie 400

Read Next

Arrivano le prime foto non ufficiali della RTX 3080