Avast indagata per la vendita di milioni di dati personali

Ieri sono ufficialmente partite le indagini in Repubblica Ceca, contro l’azienda del noto antivirus

Lo scandalo che sta colpendo l’azienda con sede a Praga, ebbe inizio secondo quanto riportato lo scorso 27 Gennaio 2020 da Motherboard e PCMag che pubblicarono i risultati di un’inchiesta atta a smascherare l’attività di vendita di dati da parte di Avast.

Le due testate hanno scoperto durante le ricerche, contratti e altri documenti che confermano in via ufficiale la vendita di dati di circa 100 milioni di utenti, tramite una loro compagnia acquistata il 27 Settembre 2013 chiamata Jumpshot.

Le prove raccolte mostravano l’avvenuta vendita dei dati a grosse società del calibro di Pepsi, Google, Yelp, Microsoft e molte altre; l’azienda in questione controllata da Avast realizzava dei “pacchetti” di dati che sarebbero poi venduti al migliori offerente. Questi dati secondo PCMag e Motherboard conterrebbero ricerche effettuate su Google, Google Maps, profili Linkedin, ma anche sulla piattaforma YouTube e interazioni effettuate con altri siti di ogni genere.

La società Avast colpita da questo scandalo ha cercato di difendersi dicendo che nessun dato includerebbe informazioni strettamente personali anche se secondo studi effettuati da diversi esperti, risalire al mittente non sarebbe poi così complicato. Jumpshot, è stata chiusa 3 giorni dopo dalla fuga di notizie, L’azienda produttrice dell’antivirus conterebbe un numero pari a circa 400 milioni di utenti attivi, e proprio per questo l’autorità ceca per la protezione dei dati personali, ha avviato una procedura di indagine volta a recuperare ulteriori informazioni in merito.

Avast ha provveduto a scusarsi con tutti i suoi utenti dichiarando che la loro priorità è fornire la maggior protezione degli utenti. Ovviamente non mancheranno aggiornamenti sulle nostre pagine, qualora dovesse svilupparsi ulteriormente la vicenda appena descritta. Voi che ne pensate? siete tra questi utenti, oppure non avete mai usato questo software a favore di altri? Fatecelo sapere nei commenti.

GIGABYTE mostra la sua nuova lineup di monitor da gaming al CES 2020

Lenovo e Qualcomm presentano il primo PC 5G al mondo, si chiama Project Limitless

Vinkmag ad

Point_Tech

Cresciuto a suon di pane e PC, alla vista del primo computer è stato subito amore. L'informatica è una parte di me e questa passione non la cambierei per nulla al mondo!

Read Previous

Luci, videocamera, azione: Logitech presenta nuove soluzioni per gli streamer

Read Next

RECENSIONE | Deepcool Gammaxx GTE V2: dissipatore da 30 euro con ottime prestazioni