ASUS ha recentemente annunciato GS50, una “workstation da gaming” dall’aspetto sobrio ed elegante. 

Workstation e Gaming sono due nomi che non sono abbinati così spesso, ma in questo caso possiamo dire che questa è assolutamente la definizione che meglio si adatta al prodotto che l’azienda taiwanese ha prodotto.

Parliamo di un desktop dalle caratteristiche ibride, assemblato all’interno di un case con linee semplici e pulite che si concede solo un piccolo pannello laterale in vetro temprato su uno dei due lati, permettendo di osservare all’interno i componenti della configurazione.

Una configurazione che offre un Intel Xeon W-2155 dotato di 10 core e 20 thread con un clock basato su una frequenza di 3,3 GHz e turbo, che può raggiungere i 4,5 GHz, il tutto accompagnato da 13,75 MB di L3 Cache. 

Quindi parliamo essenzialmente di un Core i9-7900X con le caratteristiche peculiari dei processori Xeon, come la quantità di memoria supportata dall’ECC fino a 512 GB. 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Per essere definita da gaming ci pensa la nuova arrivata di casa Nvidia, GeForce RTX 2080

Il meglio che può essere montato su una macchina da gaming, ma meno adatto per una macchina da lavoro rispetto ai suoi equivalenti Quadro RTX professionali che nemmeno ASUS offre come opzione.

Il processore può gestire fino a 512 Gbyte di RAM DDR4, quindi è possibile installare l’importo desiderato. Per l’archiviazione, offre un SSD M.2 da 512 GB e un disco rigido da 3 Tbyte.

Il sistema di rete è alimentato da due interfacce 1 GbE collegati da controller Ethernet “di classe server” Intel , mentre l’alimentatore è certificato 80 Plus 700W. Tra le opzioni di espansione aggiuntive M.2-NVMe slot, cinque SATA oltre un U.2 e altra porta PCIe.

Il prezzo non indicato del nuovo ASUS GS50, ma  secondo noi deve sarà elevato considerando che solo il processore e la grafica costano più di 2.000 euro. 

Molto costoso per i “giochi”, mentre un professionista avrebbe richiesto una Quadro più specifica per il lavoro quotidiano. 

Una strategia marketing da parte di Asus inserendo il nome Gaming.