ASRock aggiorna la sua linea di schede madri X299 per la stagione invernale

ASRock riorganizza la sua line-up di schede madri con chipset X299 in vista della nuova serie 10

ASRock è orgogliosa di presentare il refresh della sua popolare linea di schede madri con chipset X299, aggiornando non uno ma bensì tre modelli. I modelli in questione sono: l’X299 Creator che si rivolge ai creatori di contenuti mentre l’X299 Steel Legend e l’X299 Taichi CLX per gli utenti mainstream. Queste nuove schede madri sono destinate a entrare nel picco di un mercato basato su Intel e forniscono potenza e specifiche senza compromessi per ogni utente.

X299 Creator – crea e progetta con facilità

L’X299 Creator è progettata per i creatori di contenuti ed è alla base di questo lancio.Basato sull’ultima linea di processori Intel, l’X299 include molte funzionalità premium che ci si aspetta quando si creano lavori di progettazione in fretta.

La nuova porta Aquantia AQC107 10GbE, assistita dal chipset Intel I219-V Gigabit NIC, offre due porte Ethernet sul retro che rendono la connettività versatile e veloce. Il controller client AQtion di AQUANTIA offre velocità di trasferimento incredibilmente elevate di 10 Gbps su cavi Cat6, offrendo velocità di trasferimento elevate perfette per gli appassionati di media center, workstation e PC da gioco.

Ciò include che l’interfaccia wireless AX200 802.11ax di Intel con connettività Wi-Fi e Bluetooth 5.0 simultanea. X299 Creator è ideale per i creatori di contenuti e gli utenti professionali che cercano di aggiungere ulteriori opzioni di espandibilità attraverso i tre slot PCIe 3.0 e i quattro slot M.2.

Questi slot offrono prestazioni migliori quando sono collegati alle unità SSD. Oltre a questo X299 Creator ha anche dieci porte SATA che sono disponibili per unità di capacità superiore e una necessità per tutte quelle immagini e video pesanti.

Ciò che i creatori anelano è la velocità dei dati tra le frequenze di aggiornamento grafico e l’X299 fa un passo avanti con il supporto della tecnologia THUNDERBOLT 3. Offre velocità e versatilità alle porte USB Type-C più avanzate e offre un livello di connettività rapido e semplice.

Consente velocità di trasferimento dati estremamente elevate fino a 40 Gbps. Utilizzando lo stesso cavo è possibile caricare velocemente fino a 9V a 3A (27W). Il trasferimento di video e immagini 4K ora diventa un gioco da ragazzi per i creator.

L’X299 Creator impersona la velocità di trasferimento dei dati più di qualsiasi altro produttore di schede madri sul mercato utilizzando USB 3.2 GEN2x2 che offre velocità di trasferimento fino a 20 Gbps che sono due volte più veloci rispetto alle generazioni precedenti.

X299 Steel Legend – performance e sostenibilità

ASRock annuncia l’X299 Steel Legend destinata agli utenti mainstream ed è sicuramente la scheda madre con il massimo del guadagno. L’X299 presenta una soluzione integrata che fornisce corrente fino a 50A, fornendo risultati risultati termici migliori. Presenta le USB 3.2 GEN2x2 Type-C, più veloci del doppio rispetto alla precedente generazione.

Al design pulito si aggiunge l’illuminazione RGB. Se i colori predefiniti non sono sufficienti, sono disponibili opzioni di effetti RGB ancora più avanzate. Ciò consente all’utente di collegare strisce RGB alla propria scheda madre e di controllarle tramite app fornita.

X299 Taichi CLX – dare energia a un sistema altrimenti normale

L’X299 CLX si inserisce tra le due schede madri sopra menzionate sfruttando appieno le funzionalità di entrambe.

Questa è veramente la scheda madre di fascia alta di ASRock e testimonia che l’azienda sta annunciando Wi-Fi 6 (802.11ax). Wi-Fi 6 è un’interfaccia di rete wireless altamente efficiente che offre velocità più elevate fino a 2.4 Gbps. Sostituisce la tacnologia MU-MIMO offrendo copertura e gamma migliorate.

L’X299 Taichi CLX offre un interfaccia LAN avanzata da 2.5 Gbps. Un incremento prestazionale di circa due volte e mezzo che permette trasferimenti di file in maniera molto rapida e uno streaming molto più fluido.

 

 

Mirco Romano

Appassionato di informatica dall’età di 3 anni. Ho cominciato nel lontanissimo 1988 quando mio padre mi comprò il commodore 64, da allora non ho più smesso di appassionarmi a questo mondo. All’età di 10 anni ho assemblato il mio primo pc comprando tutti i pezzi in un negozio della zona (non c’era Amazon).

Read Previous

Fractal Design amplia la sua gamma di alimentatori con i nuovi Ion SFX Gold

Read Next

[GUIDA] – Il miglior Pc da Gaming da 400 euro (Ottobre 2019)