Arriva la prima CPUS ARM per il datacenter dell’ex presidente di Intel

Glowing modern processor. Big illuminated graphic processor surrounding by other electrical components. Special tone image. Low aperture shot, focus on lower part of chip.

Renee James, ex presidente di Intel, ha fondato qualche tempo fa la startup Amps Computing. 

L’azienda è specializzata nella produzione di processori basati su architetture ARM per il data center; le prime generazioni di chip sono ora disponibili per l’acquisto, con prezzi compresi tra 550 e 850 dollari. Tra i primi clienti spicca Lenovo.

Il chip della prima generazione è stato fabbricato da TSMC con il processo di produzione fino a 16 nm FinFET. 

Esistono varianti con 16 e 32 core e frequenza di clock fino a 3,3 GHz.  La frequenza dei chip Intel è più alta, ma considerando il consumo dell’ag1o è un ottimo punto di partenza.

Anche i prezzi sono molto competitivi: i chip Intel della Xeon non scendono al di sotto di $ 1,800 per uno, anche se è vero che ci sono enormi sconti per l’acquisto in grandi quantità.

Ampere Computing guarda già al futuro: i processori della prossima generazione saranno realizzati a 7 nanometri – processo di produzione, che TSMC ha già funzionante – mentre Intel è ancora alle prese con il 10 nanometro. 

Livelli di consumo energetico ancora più bassi, uniti a un aumento delle prestazioni, potrebbe essere sufficiente per catturare l’attenzione dei principali clienti di questo particolare settore, ovvero Facebook e Google

Vinkmag ad

Team Di redazione

Team di redazione

Read Previous

Philips 328P6VUBREB: monitor 4K 32 “con HDR600 e dock USB Type-C

Read Next

ASRock svela il suo mini-PC Jupiter con Intel Coffee Lake