AMD Ryzen 9 4950X nuove notizie sulle frequenze

Secondo alcune fonti, il prossimo top di gamma di AMD, il Ryzen 9 4950X, si spingerà notevolmente in alto con le frequenze in boost.

Tale informazione proveniente da Igor’s Lab e va ovviamente presa con le pinze, essendo di fatto un rumor privo di conferme ufficiali da parte di AMD. Stando a quanto mostrato, l’imminente processore AMD Ryzen 9 4950X avrà una frequenza in boost pari a 4,8 Ghz. Dato che la cpu offrirebbe un quantitativo di 16 Core e 32 Thread, una frequenza simile sarebbe davvero impressionante.

Il leak avrebbe origine da un codice OPN su cui il blogger sarebbe riuscito a metterci le mani: “100-000000059-52_48/ 35_Y”. Decodificando alcune cifre presenti all’interno, si otterrebbe che: il 35 finale indicherebbe il clock di base della CPU, ovvero 3.5 Ghz. Allo stesso modo, il 48 indicherebbe appunto la frequenza di boost pari a 4.8 Ghz.

E’ probabile però, che AMD non segua la naturale numerazione, e decida di passare direttamente alla serie 5000 saltando la 4000 per le prossime CPU con architettura “Zen 3“. Questa mossa non sarebbe per nulla sorprendente, dato che le attuali e nuove unità APU, di cui vi abbiamo parlato in questo articolo, sono basate sull’attuale architettura “Zen 2” e contengono nel nome la numerazione 4000 che potrebbe generare confusione.

In ogni caso indipendentemente da come si chiamerà la CPU, se queste voci dovessero essere confermate, il modello di punta potrebbe portare notevoli benefici nel gaming o in altri contesti in cui la frequenza risulta più importante rispetto al quantitativo di core, settore in cui ancora oggi Intel la fa da padrona.

Al momento non ci resta altro che aspettare, per sapere qualcosa in più riguardo la nuova line-up di processori Zen 3, ma come abbiamo visto con la linea “XT“, la compagnia ha tutte le carte in regola per riuscire a gestire frequenze operative alte in boost.

 

Rog Zephyrus G14, il più potente notebook da 14″

AMD RYZEN 3000XT UFFICIALI

AMD Ryzen 4000G – le nuove APU del Team Rosso

Mirco Romano

Appassionato di informatica dall’età di 3 anni. Ho cominciato nel lontanissimo 1988 quando mio padre mi comprò il commodore 64, da allora non ho più smesso di appassionarmi a questo mondo. All’età di 10 anni ho assemblato il mio primo pc comprando tutti i pezzi in un negozio della zona (non c’era Amazon).

Read Previous

Recensione PG100PRO – La prima Tastiera italiana ad asse Ottico

Read Next

Parte il conto alla rovescia per le RTX 3000